Armando BIASI, a Vallecrosia il “ragazzo d'oro” dei Marcianò

Scritto da Ufficio di Presidenza

Né abbiamo parlato già in altre occasioni, oltre che sabato all'incontro “'Ndrangheta alla sbarra”, ma ci torniamo sopra senza problema alcuno, anche perché Armando BIASI continua a far finta di nulla, come se nulla fosse accaduto e l'indecenza non fosse emersa chiaramente.
BIASI scrive che gli avrebbe fatto piacere assistere al dibattito di sabato a Vallecrosia ma era lontano (era comunque presente, sbuffante, la moglie di PERRI suo ex assessore), a noi interessava invece che permettesse l'arrivo della Commissione di Accesso al Comune di Vallecrosia che invece non è stata inviata viste le sue dimissioni da Sindaco che hanno comportato lo scioglimento e commissariamento (ordinario e non per condizionamento e infiltrazione mafiosa) del Comune sino alle successive elezioni dove, gli elettori, hanno deciso di togliere la guida della cittadina al “ragazzo d'oro” dei MARCIANO', ovvero al BIASI...

Se più volte scrivemmo e parlammo chiaramente della situazione di Vallecrosia e dell'amministrazione dagli 'ndranghetisti tanto amata, il 10 dicembre 2012 tornavamo a chiedere al Prefetto di Imperia (la prima richiesta era del 13 agosto 2010) l'invio di una Commissione di Accesso. Non è che tali richieste le facemmo perché ci sogniamo le cose di notte, o perché vittime di visioni... Lo abbiamo fatto perché lo imponevano i fatti e perché gli Atti parlavano (e parlano) chiaro.

Nella “mappatura” dell'estremo ponente ligure che pubblicammo il 31 marzo 2011 tra le altre cose ricordavamo “Ma non erano solo i politici ad appoggiare, a Vallecrosia, il BIASI, alle scorse elezioni... tra coloro che distribuivano i suoi materiali elettorali vi erano anche, come in diversi ricordano a Vallecrosia, quei MACRI' (Michele ed Alessandro) che proprio di recente sono stati arrestati perché volevano scatenare una guerra contro i Carabinieri per riaffermare il controllo indisturbato della 'ndrangheta...”. E quei MACRI' erano proprio i MACRI' imputati nell'inchiesta “LA SVOLTA”, ovvero gli uomini del MARCIANO' Giuseppe. Quella nostra inchiesta, messa online, così come altre nostre iniziative, lì mandò fuori di testa gli uomini della 'ndrangheta del “locale” di Ventimiglia, come hanno testimoniato le intercettazioni che la DDA di Genova ha posto agli atti del procedimento “La Svolta” che si sviluppa ora nel dibattimento al Tribunale di Imperia.

Ed allora ecco che entriamo nel vivo di quegli Atti e li andiamo a ripercorrere.

Vi è un primo passaggio nell'Informativa finale dei Carabinieri di Imperia alla DDA in cui emerge la sicurezza del MARCIANO' sull'elezione di BIASI alla carica di Sindaco:

Il 24/4/2011, PARASCHIVA ha raccontato a MARCIANO’ Giuseppe l’esito di un incontro con il futuro Sindaco BIASI Armando. In particolare il colloquio fra PARASCHIVA Federico si era incentrato sulla previsione di voti per le imminenti elezioni. MARCIANO’ Giuseppe ha espresso a PARASCHIVA rassicurazione sul fatto che BIASI sarebbe stato eletto.

Conversazione nr.2450 del 24/4/2011 - RIT 2319/10
Interlocutori: MARCIANO’ GIUSEPPE E PARASCHIVA FEDERICO
MARCIANO G. chiede a PARASCHIVA notizie di Armando (ndr BIASI Armando)
TESTO IN FORMA INTEGRALE:
MARCIANO G: (inc.) e Armando (ndr. BIASI) che dice? Come coso, come... tutto a posto?
PARASCHIVA: Armando lui... l'ho visto dieci giorni fa... ma dicono che c'ha 60 - 70% dei voti... lui ha detto.
MARCIANO G: no ma... come voti prende lui eh!
PARASCHIVA: (inc.) dicono che c'ho il 60 - 70% dei voti... (inc.)
MARCIANO G: nooo, ma lui prende... i voti, no ti dico per le altre cose, cosa?...
PARASCHIVA: ha fatto la denuncia, ha detto (ndr. riferimento ai recenti articoli di stampa contro l'organizzazione e i politici locali)
MARCIANO’ G: e ma il sindaco m'ha detto no! M'ha detto che ha telefonato al Procuratore per dirgli, questa gente non possono fare così e che il Procuratore c'ha detto di non fare niente, che tanto (inc.)
PARASCHIVA: Armando mi aveva detto che aveva scritto una lettera...

E per garantire il successo di BIASI il MARCIANO' si impegna per stoppare alternative che possano sottrarre voti.

...MARCIANO’ Giuseppe ha raccontato a PARASCHIVA Federico della visita di POLITI Roberto e della sua intenzione di formare una lista concorrente a quella di BIASI. POLITI avrebbe prospettato a MARCIANO’ Giuseppe il progetto di formare una lista di cui avrebbe fatto parte anche sua figlia POLITI Roberta ex presidente del consiglio comunale di Vallecrosia.

Conversazione nr.4620 del 17/11/2010 - RIT 1442/10
Interlocutori: MARCIANO’ GIUSEPPE E PARASCHIVA FEDERICO
[….] MARCIANO’ G. dice che poco prima è passato POLITI (POLITI Roberto ndr già consigliere comunale di Vallecrosia). Si riporta la conversazione in forma integrale.
MARCIANO’ G.: POLITI se ne è andato adesso, no ma ancora a quell'età e lo vedete che viene qua "vedi che c'è quest'affare, c'è 30 mila metri di terreno..."
PARASCHIVA: quanti anni ha?
MARCIANO’ G.: avrà poco meno di me
PARASCHIVA: e ancora si...
MARCIANO’ G.: male che l'hanno...inc..pure politicamente che vuole andare contro di BIASI capito? vuole che sua figlia è uscita eh eh eh
PARASCHIVA: lì' figurati.. [….]

E’ significativo il fatto che POLITI Roberto alla fine non abbia fatto candidare alle elezioni amministrative del 2011 sua figlia Roberta nella lista di GIORDANO Ferdinando, evidentemente aveva capito che senza l’appoggio di MARCIANO’ Giuseppe non avrebbe mai potuto concorrere con la lista di BIASI Armando.

Ma vi è un lungo capitolo nell'Informativa dell'Arma dei Carabinieri alla DDA dedicato alle elezioni di Vallecrosia:

LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 2011 IN VALLECROSIA

L’attività d’indagine ha dimostrato in maniera inequivocabile di come i vari schieramenti politici si siano rivolti MARCIANO’ Giuseppe per ottenere il suo appoggio e quindi la sua influenza per le elezioni amministrative del 2011 in Vallecrosia (IM).
E’ risultato fin da subito evidente che i vari soggetti interessati hanno ritenuto di dover sollecitare tale intervento in maniera occulta, nell’evidente consapevolezza della notorietà e dello spessore criminale della persona con cui avevano a che fare, condizione che avrebbe potuto determinare ripercussioni nel caso tale coinvolgimento fosse stato palesato.
Ricordiamo infatti che le elezioni amministrative 2011 si sono svolte a brevissima distanza temporale dallo scioglimento del consiglio comunale di Bordighera, che come illustrato, è stato deciso perché
“[….] presenta forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che compromettono la libera determinazione e l’imparzialità degli organi elettivi [….]”.

MARCIANO’ Giuseppe ha fatto intendere a candidati di liste opposte che avrebbero avuto il suo aiuto al fine di poter ottenere risultati, qualunque fosse stato l’esito delle elezioni.
L’interesse dell’organizzazione criminale, infatti, per i risultati elettorali è anche riconducibile a risvolti di carattere economico per cui è necessario accordarsi con tutti i concorrenti al fine di non avere sorprese con l’esito delle urne.

1) L’attesa per l’esito elettorale

Anzitutto occorre evidenziare che nel corso di una conversazione fra MARCIANO’ Giuseppe, MARCIANO’ Vincenzo cl.1948 e ALLAVENA Omar, si è parlato dell’attesa degli esiti elettorali per lo sblocco del piano regolatore.

Conversazione nr.1331 del 29/7/2010 - RIT 1442/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe, MARCIANO’ Vincenzo cl.1948 e ALLAVENA Omar
[….] I tre parlano di affari di compravendita di terreni e abitazioni. ALLAVENA dice a MARCIANO’ G. che devono cercare nella provincia di Imperia qualche affare "grintoso", MARCIANO’ G. dice che al momento è difficile in quanto hanno bloccato il piano regolatore fino alle nuove elezioni. I tre interrompono il discorso in quanto MARCIANO’ V.cl.48 e ALLAVENA si allontanano.

Anche l’intercettazione di una conversazione intercorsa il 27/2/2011 fra MARCIANO’ Giuseppe e l’avvocato BRIOZZO Silvano del Foro di Genova, dimostra come si stesse aspettando l’esito della consultazione elettorale per alcuni non meglio precisati “affari immobiliari”.

Conversazione nr.1112 del 27/2/2011 - RIT 2319/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe e BRIOZZO Silvano
[…..] BRIOZZO dice a MARCIANO’G. che sul discorso immobiliare c'è da fare un po' di lavoro, MARCIANO’G. dice che per il momento è tutto bloccato e che si sbloccherà dopo le votazioni di maggio (NDR elezioni amministrative nel comune di Vallecrosia) [….]

2) La richiesta da parte di POLITI Roberto ex sindaco di Vallecrosia

Il 17/11/2010, POLITI Roberto, ex sindaco di Vallecrosia, si è recato presso l’abitazione di MARCIANO’ Giuseppe, e gli ha richiesto esplicitamente aiuto per la formazione di una lista elettorale, considerando indispensabile sentire prima il suo parere “cioè ma io prima di parlare con qualcheduno io tengo a fare riferimento a te”.
I due si sono poi accordati per un successivo incontro e ancora una volta POLITI ha dimostrato di attendere le decisioni di MARCIANO’ “io aspetto tue notizie”.

[...omissis...]

Il 6/3/2011, ALLAVENA Omar ha accompagnato POLITI Roberto presso l’abitazione di MARCIANO’ Giuseppe.
E’ stato lo stesso ALLAVENA a riferirlo a MARCIANO’ Vincenzo cl. 1948, precisando di essersi sentito in obbligo di accompagnarlo, per tutto quello che POLITI aveva fatto per lui in passato. In particolare, ALLAVENA ha confidato di essere entrato nella Polizia locale proprio grazie a POLITI Roberto.

Conversazione nr.1761 del 6/3/2011 - RIT 1444/10
Interlocutori: MARCIANO’Vincenzo cl.1948 e ALLAVENA Omar
ALLAVENA dice che l'altra sera per telefono non gli ha voluto parlare perchè non era bello quello che ha da dire. ALLAVENA continua dicendo che dopo che si erano sentiti loro due lo ha chiamato Roberto Politi per chiedere se lo poteva disturbare. ALLAVENA gli ha risposto che lui non lo disturba mai e spiega a MARCIANO’V.cl.48 che lui è entrato nei Vigili grazie a POLITI. Si sono incontrati al Borgo e POLITI gli avrebbe chiesto di metterlo in contatto con Giuseppe MARCIANO’ perchè aveva necessità di incontrarlo. ALLAVENA dice che considerata la persona e tutto quello che ha fatto per lui in passato, lo ha accompagnato a casa di MARCIANO’ Giuseppe e per non essere di imbarazzo per la conversazione l'ha lasciato lì e se ne è andato.

In effetti il 6/3/2011, è stata rilevata la presenza di POLITI Roberto presso l’abitazione dei MARCIANO’ in Vallecrosia. (annotazione del 6/3/2011 N.INV. IMPERIA - ...)

La ragione della visita, come si è compreso dal colloquio all’interno dell’abitazione, è stata la richiesta di disponibilità di MARCIANO’ Giuseppe ad appoggiare la lista di GIORDANO Ferdinando per le elezioni in Vallecrosia.
Nell’occasione MARCIANO’ Giuseppe ha rimandato la sua disponibilità ad un successivo incontro a maggio, in attesa che fosse meglio definita la lista rappresentata da POLITI.
E’ significativo il fatto che POLITI Roberto alla fine non abbia fatto candidare alle elezioni amministrative del 2011 sua figlia Roberta nella lista di GIORDANO Ferdinando, evidentemente aveva capito che senza l’appoggio di MARCIANO’ Giuseppe non avrebbe mai potuto concorrere con la lista di BIASI Armando.

Conversazione nr.1271 del 6/3/2011 - RIT 2319/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe, ELIA Angela e POLITI Roberto
[….] POLITI: sono arrivato là e io non ho il numero di telefonino, non ho niente ..inc.. venirvi a suonare ..inc.. poi ..inc.. un informazione no?...e allora poi lui gentilmente mi ha, ..inc.. io sono venuto di nuovo per il discorso delle elezioni... siccome che adesso siamo arrivati al dunque, siamo pronti per cui eh... tu sei sempre disponibile a ..inc.. mano?
MARCIANO’ G.: come siete, dimmi come siete...
POLITI: il sindaco è coso là... l'ingegnere GIORDANO, l'ingegnere Giordano e poi..coso lì come si chiama..il dottor quello lì il veterinario, penso che sia..abbia avuto, si sia messo d'accordo...
MARCIANO’ G.: eh.. (suonano il citofono e risponde ELIA, è Paolo MACRI’).
POLITI: c'erano dei problemi perchè...
ELIA: Peppino!...
MARCIANO’ G.: eh?
ELIA: c'è Paolo MACRI’...
MARCIANO’ G.: Ah..fallo salire...
[….]
MARCIANO’ G.: una quindicina di giorni e poi vieni e mi dici come sono le cose..va bene? Roberto allora è ..inc..
POLITI: si, si, si..
MARCIANO’ G.: me la saluti tanto..
POLITI: a maggio, a maggio ..omissis.. io allora per venire, per non disturbarti come faccio...
MARCIANO’ G.: vieni, vieni fino qua, io sono sempre qua..
POLITI;: all'ora in cui ti disturbo di meno...
MARCIANO’ G.: ma non mi disturbi mai te ..inc.. quando vuoi, verso le 16.30... [….]

3) La richiesta di SEVA Antonio per la figlia candidata Francesca

L’atteggiamento di MARCIANO’, che si dimostrerà particolarmente accorto, è da ricondurre ad un’ulteriore visita ricevuta il giorno precedente.
Infatti il 5/3/2011, SEVA Antonio, si è recato presso l’abitazione di MARCIANO’ Giuseppe, per chiedere il suo aiuto elettorale per la figlia Francesca, candidata nella lista di BIASI Armando sempre per le elezioni amministrative di Vallecrosia “se mi potete dare una mano Peppino, poi...Francesca si è messa in lista con Armando”.
Dal colloquio è emerso che MARCIANO’ aveva convinto a inserire nella lista alcune persone originarie della zona, per evitare conseguenze come quelle di Bordighera. Il riferimento era chiaramente allo scioglimento del consiglio comunale, all’epoca nella fase istruttoria. Allo stesso tempo, MARCIANO’ ha raccontato al suo interlocutore di aver dissuaso alcune persone del posto a presentarsi nella lista di GIORDANO.

Conversazione nr.1247 del 5/3/2011 - RIT 2319/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe e SEVA Antonio
[….] SEVA: perchè Lina tiene il bambino a Francesca e poi..vi volevo dire una cosa, se mi potete dare una mano Peppino, poi...Francesca si è messa in lista con Armando (ndr. BIASI).
MARCIANO’ G.: me l'ha detto, me l'ha detto! E meno male che l'hanno messa loro, e che hanno messo tre quattro di qua, ma siamo stati noi che abbiamo fatto forza Antonio!
SEVA: si?!
MARCIANO’ G.: che non volevano tutti calabresi, andava a finire come Bordighera alla fine, avete capito? Invece ora hanno nominato cinque di qua, qua.
Proseguono a parlare di liste, compresa quella proposta dal PD, che appoggia una lista civica. MARCIANO’ G. dice che avevano messo dei nomi anche per quella lista.
[….] MARCIANO’ G. spiega ad SEVA come è finito il progetto di quella lista (si riporta il passo integrale)
MARCIANO’ G.: Antonio, stavano facendo una lista curiosa..e poi è venuto, è venuto si è rovinato qua..perchè qui son venuti da me, l'ingegnere...come si chiama questo a fianco...
SEVA: Foggia?
MARCIANO’ G.: Foggia, l'ingegnere.
SEVA: Claudio? A ma subito all'inizio c'era la lista Foggia.
MARCIANO’ G.: non volete capire, lui, quel ragazzo dei computer..come si chiama?!
SEVA: ah c'è anche lui?
MARCIANO’ G.: c'era! Volevano! Avete capito? Non hanno fatto niente! Quel ragazzo dei computer...quel ragazzo dell'agenzia..Roberto, questo di fronte a PELLEGRINO.
SEVA: si.
MARCIANO’ G.: avete capito?
SEVA: si.
MARCIANO’ G.: e GIORDANO voleva tirarli con loro e c'era pure...un altro che non mi viene in mente il nome...il figlio di..il filgio...Simone, Simone ...omissis... Volevano mettere lui pure dentro, a Simone..
SEVA: e lì allora e tutto Imperiale che lo faceva.
MARCIANO’ G.: e c'era un altro nome..
SEVA: il figlio di Imperiale.
MARCIANO’ G.: può darsi, può darsi.
SEVA: che lavora da GIORDANO come ingegnere.
MARCIANO’ G.: volevano fare ..inc.. quando sono venuti qua, Armando non lo sà queste cose, chiamo a questo ragazzo dell'agenzia, lo faccio salire qua sopra, gli ho detto: vedi che queste cose si devono cominciare due anni prima.
SEVA: bravo.
MARCIANO’ G.: no 4 mesi prima che vi mettete qua e cose...E' venuto pure la settimana scorsa e mi fa "Peppino avevate ragione, meno male che siamo venuti qui a parlare con voi." Pure Foggia.
SEVA: Claudio?
MARCIANO’ G.: dice "Meno male che siamo venuti qui a parlare con voi".
MARCIANO’ G. riprende a parlare della lista precedente e del ragazzo dell'agenzia che ha capito le parole da lui dettegli in occasione della sua eventuale candidatura. MARCIANO’ G. dice che il ragazzo lo ha ringraziato e ha capito che si sarebbero dovuti tirare indietro anche perchè non sarebbero arrivati da nessuna parte. MARCIANO’ G. fa una considerazione a riguardo e dice che comunque anche solo venti voti per ognuno di loro (della lista con questi ragazzi) avrebbero dato comunque fastidio. SEVA concorda con i discorsi fatti da MARCIANO’ G. e dice che ancora prima di questa lista girava la voce che anche Politi ne avrebbe proposta una. SEVA continua dicendo che il PD darà i voti alla lista civica ma che realmente appartiene al PD si sentirà preso in giro e allora anzichè dare i voti a Giordano, per esempio, li daranno a gente come Francesca. SEVA critica la scarsa organizzazione del PD.
[…..] SEVA chiede espressamente a MARCIANO’ G. come si deve comportare per la candidatura della figlia (si riporta in forma integrale)
SEVA: come mi devo comportare io Peppino?
MARCIANO’ G.: vi date da fare! Questo! Vi date da fare come tutti, dobbiamo vedere come si deve fare. [….] SEVA chiede nuovamente come comportarsi e riporta le parole della figlia Francesca la quale gli ha detto di non fare nulla e che se la vogliono la votano. MARCIANO’ G. gli ribadisce le sue intenzioni e dice che un mese prima delle elezioni si vedranno e ne parleranno bene come fare. [….]

La circostanza dell’interessamento di MARCIANO’ Giuseppe affinché nella lista BIASI fossero inseriti dei “liguri”, è comprovata dal contenuto di un colloquio avvenuto il successivo 15/3/2011 con il nipote MARCIANO’ Vincenzo cl.1948.

Conversazione nr.1848 del 15/3/2011 - RIT 1444/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe, MARCIANO’ Vincenzo cl.1948 e ALLAVENA Omar
[….] MARCIANO’ G.: sai che è furbo...la figlia che è architetto voleva metterla BIASI da..nella lista e lui dice se mia figlia si metta in lista poi i lavori del comune non può fare capisci ehee..c'ho detto no, no, no e hanno messo la figlia di Antonio REPETTO..comunque l'abbiamo mandato a chiamare ci abbiamo fatto mettere 5 liguri nella lista non c'era..c'era uno solo hai capito..! No, no tu devi fare che qua siamo a Vallecrosia non siamo noi quelli che che..vedi..5 liguri ha messo. [….]

4) Le conseguenze grazie ai risultati elettorali

Come si è detto, l’atteggiamento di MARCIANO’ Giuseppe è stato particolarmente accorto.
Infatti, grazie ai risultati elettorali, potrà facilmente chiedere conto del suo interessamento - millantando o meno - il suo sostegno elettorale ad entrambi gli schieramenti.
E’ infine da evidenziare che SEVA Francesca ha effettivamente conquistato un seggio quale candidata nella lista BIASI.

liste-vallecrosia-2011

[...omissis...]

ALLAVENA Omar, all’indomani delle elezioni di Vallecrosia, ha spiegato a MARCIANO’ Vincenzo cl.1948 cosa avrebbero dovuto dire agli appartenenti dei diversi schieramenti politici per far valere il peso del loro appoggio elettorale. Soprattutto BIASI Armando, che dal momento che aveva vinto le elezioni, avrebbe dovuto quanto prima rendere un grosso favore ed a tal proposito avevano intenzione di “sistemare” MARCIANO’ Rinaldo, fratello di Vincenzo, rimasto da un po’ di tempo senza occupazione. Nell’occasione ALLAVENA Omar ha confermato che l’ex sindaco di Vallecrosia POLITI Roberto si era rivolto a loro in occasione delle elezioni amministrative di Vallecrosia del 2011.

Conversazione nr.2452 del 18/5/2011 - RIT 1444/10
Interlocutori: MARCIANO’ Vincenzo cl.1948 e ALLAVENA Omar
ALLAVENA: ricordati sempre questo...
MARCIANO’ V.CL.48: dimmi
ALLAVENA: Vincenzo diciamo la stessa cosa che..
MARCIANO’ V.CL.48: Logico!
ALLAVENA: che abbiamo aiutato uno e l'altro, quello che..un pochettino uno e l'altro capisci?
MARCIANO’ V.CL.48: scusa un secondo
ALLAVENA: Eh?
MARCIANO’ V.CL.48: scusa un secondo, andiamo assieme no?
ALLAVENA: si
MARCIANO’ V.CL.48: quando lo sanno, lo sanno siamo assieme
ALLAVENA: no no no perchè...
MARCIANO’ V.CL.48: tu lo sai che io
ALLAVENA: lo sò in maniera da..
MARCIANO’ V.CL.48: non mi permetto nè davanti nè...
ALLAVENA: mi sono dimenticato di dirti una cosa..se vedi non si sà mai, POLITI,
MARCIANO’ V.CL.48: si
ALLAVENA: perchè ci ha chiamatoPOLITI
MARCIANO’ V.CL.48: me l'avevi detto, che l'abbiamo aiutato
ALLAVENA: bravo, GIRODANO e OLIVA
MARCIANO’ V.CL.48: Oliva
ALLAVENA: no Oliva, che cazzo come si chiama, chiedo scusa, quel cornuto che era da tirarci due schiaffi
MARCIANO’ V.CL.48: chi è?
ALLAVENA: ah...( ride) tante parole e poi non c'ha dato.. a Bovalina
MARCIANO’ V.CL.48: a Bovalina! Uhhhhh
ALLAVENA: ti ricordi quel cornuto?!
MARCIANO’ V.CL.48: sto coso..fetuso! io... non ha mai fatto niente per noi
ALLAVENA: mai!
MARCIANO’ V.CL.48: sempre parole vabbè...
ALLAVENA: però sai che c'aveva chiesto
MARCIANO’ V.CL.48: va bene
ALLAVENA: non si sà mai..inc..
MARCIANO’ V.CL.48: perchè dopo dobbiamo parlare con....(ndr abbassa la voce) con ARMANDO (ndr BIASI)
ALLAVENA: si..
MARCIANO’ V.CL.48: che appena è...ci deve fare un favore
ALLAVENA: eh adesso ci diamo un po dì...
MARCIANO’ V.CL.48: se per caso per Ri...
ALLAVENA: per chi?
MARCIANO’ V.CL.48: per Rinaldo
ALLAVENA: ma non è apposto Rinaldo scusa?
MARCIANO’ V.CL.48: stanno facendo girare sto Marco là.. di di Sindaco, dice che hanno dei problemi grossissimi, come ah...eh...c' hanno diminuito lo stipendio
ALLAVENA: ma lui era in Francia con...
MARCIANO’ V.CL.48: no ha finito il contratto
ALLAVENA: già è finito?!
MARCIANO’ V.CL.48: finito il contratto, hai capito? Beh vediamo un pò dai, quando...al massimo quando lo vediamo
ALLAVENA: ma scusa un attimo
MARCIANO’ V.CL.48: dimmi
ALLAVENA: ma alla nettezza urbana non riesci a farlo entrare?
MARCIANO’ V.CL.48: bisogna che faccio un lavoro...
MARCIANO’ V.CL.48: ehhhm adesso l'unica cosa da fare sai qual è? Di dirlo allo zio di dire a quello là del sindacato (ndr Giacovelli Vincenzo) di farlo andare lì e chiamare a PESCE, il padrone; io gliel'avevo detto un giorno..
ALLAVENA: eh
MARCIANO’ V.CL.48: adesso vediamo un pò comunque con calma vediamo quello che si deve fare, va bene?
ALLAVENA: io penso..

[...omissis...]

Ma gli elementi su Vallecrosia e BIASI continuano oltre allo specifico capitolo sulle elezioni:

Nel corso di un colloquio avvenuto il 17/4/2011, BRIOZZO si è dapprima informato da ELIA Angela sulla situazione del figlio Vincenzo. In proposito ELIA gli ha parlato di alcuni investimenti in un esercizio pubblico insieme ad altre persone.
Successivamente l’avvocato ha nuovamente discusso con MARCIANO’ Giuseppe di alcune indagini riportate dai media locali, fra cui quelle che hanno portato allo scioglimento del consiglio comunale di Bordighera.

Conversazione nr.2288 del 17/4/2011 - RIT 2319/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe, BRIOZZO Silvano ed ELIA Angela
[….] BRIOZZO chiede ad ELIA notizie del figlio Vincenzo, ELIA risponde che Vincenzo vuole fare "qualcosa" in quanto sta diventando difficile mantenerlo e che stanno cercando un pò di soldi liquidi per aiutare il figlio ad entrare in società in un conad con un bar insieme ad altre tre o quattro persone.
[…..]
Entra in casa MARCIANO’G. e inizia a parlare con BRIOZZO della manifestazione per gli immigrati a Ventimiglia. ELIA chiede a BRIOZZO notizie dall'assicurazione, BRIOZZO risponde che non avendo fatto più nulla riusciranno a recuperare 7/800 euro.
[…..]
MARCIANO’ G. chiede a BRIOZZO se ha letto quanto scritto dai giornali, BRIOZZO riferisce di aver letto articoli in relazione alla deposizione di SFERRAZZA e altri. MARCIANO’ G. riferisce che a Vallecrosia è un macello e hanno scritto su di lui, su BIASI, BRIOZZO chiede a MARCIANO’ G. chi ha scritto queste notizie, MARCIANO’ G. riferisce che sono state pubblicate dal "cornuto" di Ventimiglia (ndr blogger BALLESTRA) e Savona (ndr ABBONDANZA). MARCIANO’ G. riferisce che hanno scritto un sacco di informazioni per la zona tra Savona e Ventimiglia. MARCIANO’ G. mostra a BRIOZZO degli articoli che asserisce essergli stata consegnata dal sindaco di qua (ndr sindaco di Vallecrosia). MARCIANO’ G. riferisce che il sindaco gli ha detto di aver chiamato il Procuratore dopo aver letto gli articoli in quanto vuole fare una denuncia. BRIOZZO leggendo i nomi dei MACRI’ riferisce che sono difesi dal suo studio. MARCIANO’ G. riferisce che c'è anche il nome Saso e che dicono che è stato raccomandato da Vallecrosia alle ultime elezioni, BRIOZZO dice di averlo visto recentemente e si domanda se lui sia a conoscenza di questi articoli. MARCIANO’ G. dice che per avere quelle informazioni ci deve essere qualcuno che parla anche a livello politico. […..]

[l'intercettazione integrale è disponibile qui in formato .pdf. Vista la data e l'oggetto della discussione l'articolo a cui fanno riferimento il MARCIANO' con il BRIOZZO è quello della “mappatura” che pubblicammo a fine marzo 2011, vedi qui, ndr]

[...omissis...]

BIASI Armando, sindaco di Vallecrosia

BIASI Armando è stato eletto nel maggio del 2011 quale Sindaco del comune di Vallecrosia (IM) ed era già vice Sindaco nella precedente Giunta.
Nelle varie conversazioni intercettate BIASI è stato indicato come una persona disponibile e gradita dall’organizzazione.
In data 4/9/2010, il personale del Nucleo Investigativo, ha documentato un incontro in Ventimiglia fra MARCIANO’ Vincenzo cl.1948, BIASI Armando e LANZO Vincenzo, un imprenditore edile della zona (annotazione del 4/9/2010 N.INV. IMPERIA – ...)
Inoltre va evidenziato che il predetto è il cugino primo di BIASI Joseph e il nipote di BIASI Natale, soggetti sul conto dei quali gravano vari precedenti di polizia anche importanti, come: per il caso di Joseph l’estorsione, la ricettazione ed il traffico di stupefacenti mentre per Natale l’associazione per delinquere e la ricettazione.
Durante l’attività di indagine, come se non bastasse, è anche emerso che in data 13/4/2011 è stato concordato un appuntamento presso l’abitazione di MARCIANO’ Giuseppe e più precisamente, in ragione della presenza di PRIOLO Giuseppe, giunto appositamente per discutere del noto affare relativo all’acquisto del supermercato in Calabria, MARCIANO’ Vincenzo cl.1977 ha colto l’occasione per convocare anche BIASI Joseph e il padre BIASI Natale. Va anche anteposto che ci sono state varie telefonate intercettate tra Vincenzo e Joseph per prefissare tale incontro (...) ed in una di queste si comprende che Vincenzo avrebbe avuto bisogno della disponibilità di BIASI Natale per dei viaggi con il camion dalla Calabria al nord Italia. Una decina di viaggi che peraltro non sarebbero stati i primi visto che Vincenzo ha ricordato a Joseph che sono gli stessi viaggi dell’altra volta.

Conversazione n. 28230 del 29/3/2011 – RIT. 1790/10
Interlocutori: MARCIANO’Vincenzo cl.1977 e BIASI Joseph
Risponde BIASI, che MARCIANO’V.CL.77 chiama col nome di Peppe, a cui chiede se Natale è disponibile a fare dei viaggi col camion verso il nord Italia per un mese. MARCIANO’V.CL.77 dice all'uomo di ricordare a Natale che si tratta di viaggi come l'altra volta, BIASI intuisce e dice che riferirà. MARCIANO’V.CL.77 precisa che si tratta di una decina di viaggi da fare e che gli deve fare sapere entro domani. MARCIANO’V.CL.77 precisa che si vedranno a Rosarno

Di fatto, essendo i due BIASI autotrasportatori, come vedremo nel particolare, sono stati ingaggiati da Vincenzo per eseguire diversi trasporti di vario materiale, non meglio individuato, dalla Calabria verso il nord Italia, per mettere a segno una truffa da circa 400.000 euro ai danni dell’ignaro fornitore; al quale non avrebbero consegnato le ultime masserizie trasportate che avrebbero preso a credito. La truffa, come capiremo dal commento della ambientale nr.2217 (sotto riportata) sarebbe stata ideata dallo stesso PRIOLO Giuseppe.
Infatti, dalla conversazione ambientale che ha registrato il riferito incontro del 13 aprile non si è compreso meglio l’oggetto della convocazione ma il giorno seguente mentre erano in casa MARCIANO’ Giuseppe, la moglie Angela e il figlio Vincenzo, quest’ultimo ha raccontato di come hanno organizzato la truffa per mezzo dei carichi di materiale. Hanno parlato di una dozzina di bilici; materiale da prelevare in Calabria e rivendere nel nord del paese. Ha poi spiegato che avrebbero pagato i primi acquisti per conquistare fiducia, per poi pagare a singhiozzo sino a lasciare un ultimo debito di grossa entità.

Conversazione n. 2217 del 14/4/2011 – RIT. 2319/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe e MARCIANO’Vincenzo cl.1977
MARCIANO’G.: quello vuole che ..inc..
MARCIANO’ V.CL.77: ..inc.. quello è il suo lavoro...
MARCIANO’G.: eh?
MARCIANO’ V.CL.77: quello è il lavoro suo...
MARCIANO’G.: si...
MARCIANO’ V.CL.77: che quello ..inc.. no, per 4 mesi paga tutto...
MARCIANO’G.: mh?
MARCIANO’ V.CL.77: per 4 mesi paga tutto... fino a Natale... per dire... compra ..inc.. ha chiamato a Gianni ..inc.. per 12.000 euro...
MARCIANO’G.: riempie tutto...
MARCIANO’ V.CL.77: riempie tutto... per non dire... i primi 4 mesi invece di prendersi il guadagno... pure che perdiamo un anno di interessi ..inc..l e robe al prezzo di...
MARCIANO’G.: si, si... e come li comprano...
MARCIANO’ V.CL.77: per i primi 4 mesi...
MARCIANO’G.: solo che pagano gli operai...
MARCIANO’ V.CL.77: bravo... vendiamo la roba così... poi dopo 4 mesi ..inc.. e cominciamo a fare un camion pagato e un camion no... poi a fine mese ci paghiamo ..inc.. poi un camion pagato e un camion no, ha detto ..inc.. come arriva Natale... ci diamo 10, 12 bilici, fino a 10, 12 bilici ..inc.. guadagnano più ..inc.. imbarchiamo tutto e ci vendiamo tutto...

L’intervento a favore della sistemazione dei venditori ambulanti

Nel mese di dicembre 2010, si era palesata la necessità di trovare una sistemazione per alcuni venditori ambulanti di agrumi provenienti dalla Calabria che erano stati allontanati dalla Polizia locale di Ventimiglia, e la cui vicenda è illustrata nell’apposita sezione.
Nella circostanza MARCIANO’ Giuseppe ha ordinato a TRINCHERA Salvatore che venisse interessato il vice sindaco BIASI Armando, affinché provvedesse a sistemare tali venditori in Vallecrosia, nei pressi di un bar gestito da alcuni suoi parenti.

Conversazione nr.3859 del 6/12/2010 - RIT 1442/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe e TRINCHERA Salvatore
[….]
MARCIANO’G.: se vedete che..inc..com'è, andate lì con lui eh...
TRINCHERA: si..inc...
MARCIANO’G.: ieri è venuto?..
TRINCHERA:..inc...
MARCIANO’G.: e dove è andato la?
TRINCHERA:..inc..
MARCIANO’G.: eh eh.....lo sanno che ci siete...
TRINCHERA:..parlo con Gianni SOLINAS di Vallecrosia...inc...che chiama BIASI...
MARCIANO’G.: a si si si...BIASI, glielo dite..lo fatte mettere la dove hanno il bar loro...li dove c'hanno il bar loro...che hanno il posteggio davanti..(n.d.r. TRINCHERA non capisce e MARCIANO’ G. lo rispiega) quelli Biasi non hanno il Bar davanti alle scuole...
TRINCHERA: BIASI il vice sindaco... [….]

Dalla successiva conversazione intercorsa fra TRINCHERA Salvatore e MARCIANO’ Giuseppe, è emerso che BIASI aveva concesso il proprio benestare per far parcheggiare i venditori, avendo indicato alcuni luoghi specifici in Vallecrosia.

Conversazione nr.4581 del 26/12/2010 - RIT 1442/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe cl.1948 e TRINCHERA Salvatore
[….] MARCIANO’G. parla con TRINCHERA. TRINCHERA gli dice che giovedì l'ha chiamato Mimmo, quello di Gioia dei mandarini e gli ha detto che il due riparte per tornare in Liguria. TRINCHERA riferisce a MARCIANO G.’ che aveva detto a Mimmo che prima di partire per Gioia doveva passare da MARCIANO’G. per avvertirlo. MARCIANO’G. dice che in effetti quel giorno era passato ma lui era impegnato con i francesi e gli ha detto di ripassare l'indomani ma questi non si è più visto. TRINCHERA gli dice che giù in Calabria con un certo Gianni hanno avuto da dire e che il commerciante si è lamentato per il fatto che aveva una posizione che non vendeva. MARCIANO’G. precisa che un giorno mentre era per strada col nipote del fratello ha visto il camion davanti al tribunale che era pieno di gente che compravano arance. TRINCHERA elenca tutti i posti dove si potevano mettere tra cui le scuole a Vallecrosia, specificando che a tal fine si era visto con BIASI (ndr. Vice Sindaco di Vallecrosia) che, seppur titubante, alla fine ha concesso il benestare. TRINCHERA aggiunge che avevano l'ok anche per mettersi davanti al bar tabacchi di un familiare di Biasi e altri due o tre posti. TRINCHERA aggiunge che nessuno con loro avrebbe avuto quel trattamento. MARCIANO’G. concorda e aggiunge che gli altri erano pronti a ritirarsi da quel posto ma dovevano sapere che fuori c'era lui. TRINCHERA precisa che l'ambulante voleva un posto preciso e dice che da lì hanno cacciato tutti dicendo che lì sono a Ventimiglia e non a Gioia Tauro. MARCIANO’G. dice che l'ambulante era andato da lui dicendo che compare Mommo si era raccomandato che per qualsiasi cosa potevano rivolgersi a Giuseppe MARCIANO’. MARCIANO’G. si giustifica dicendo che loro quello che potevano fare l'hanno fatto.

L’interessamento per l’elezione di BIASI

MARCIANO’ Giuseppe si è dimostrato particolarmente interessato all’elezione di BIASI Armando.
Durante una conversazione con il nipote Vincenzo, MARCIANO’ Giuseppe ha però riferito di aver declinato un invito per una riunione prevista per la stessa serata, ritenendo non opportuno farsi vedere in quale sede.
E’ singolare rilevare di come siano più prudenti i mafiosi che i politici.

Conversazione nr.1500 del 4/2/2011 - RIT 1444/10
Interlocutori: MARCIANO’ Giuseppe e MARCIANO’ Vincenzo cl.1948
(MARCIANO’ V.CL.48 indica il vecchio comune di Vallecrosia e chiede a MARCIANO’ G. se fanno qualcosa allo stabile e MARCIANO’ G. risponde):
MARCIANO’ G: se non prima diventa sindaco Armando BIASI.. non si muove una foglia eh! cosa vogliono..
MARCIANO’ V.CL.48: quando ci sono le votazioni?..
MARCIANO’ G.: a maggio.. è già disposto che deve...sta
(MARCIANO’ V.CL.48 dice allo zio MARCIANO’ G. che ci sono due affari dove guadagnare qualcosa con Omar (ALLAVENA Omar) e uno riguarda AGNESI. Poi parlano di BIASI che a maggio vogliono eleggere a sindaco di Vallecrosia e questa sera hanno la riunione. Hanno invitato anche MARCIANO’ G. ma lui dice che non va è meglio se non lo vedono.

Richiesta di favori dopo il successo elettorale

E’ particolarmente significativo evidenziare che all’indomani della vittoria di BIASI Armando, MARCIANO’ Vincenzo cl.1948 ed ALLAVENA Omar erano già pronti a raccogliere i frutti del loro appoggio elettorale, essendo intenzionati a chiedere un favore al neo Sindaco.

Conversazione nr.2452 del 18/5/2011 - RIT 1444/10
Interlocutori: MARCIANO’ Vincenzo cl.1948 e ALLAVENA Omar
[….] ALLAVENA ricorda a MARCIANO’ V.CL.48 di avere delle versioni concordanti sugli aiuti politici nelle ultime elezioni amministrative nel Comune di Vallecrosia, si riporta in forma integrale:
MARCIANO’ V.CL.48: perchè dopo dobbiamo parlare con....(ndr abbassa la voce) con Armando (ndr BIASI Armando)
ALLAVENA: si..
MARCIANO’ V.CL.48: che appena è...ci deve fare un favore
ALLAVENA: eh adesso ci diamo un po dì...
[….]

In merito alle frequentazioni di BIASI Armando, si riferisce che in data 7/10/2010, è stato notato da personale della Stazione CC di Vallecrosia, mentre conferiva con POLIMENI Giuseppe (annotazione del 12/10/2010 – OPERANTI: RIBETTO/ GULINO) Allegato A48 e che in data 15/2/2011 è stato notato dal Nucleo Investigativo di Imperia un incontro fra il Sindaco e MANNIAS Giancarlo presso il bar “OTTAGONO” di Vallecrosia (annotazione del 15/2/2011 N.INV. IMPERIA – OPERANTI: CAMPLESE F./MARENGO/FLORIO) Allegato A80.

Vi è però un intercettazione agli Atti dell'inchiesta che appare assai significativa e non possiamo evitare di riportarla. E' quella in cui il MARCIANO' Giuseppe definisce “ragazzo d'oro” Armando BIASI e racconta di averlo presentato a SCAJOLA Claudio.

Trascrizione di conversazione ambientale tra presenti nr. 1247 del giorno 05/03/2011 alle
ore 09:32 intercettata all'interno dell'abitazione della famiglia MARCIANO'
Interlocutori: MARCIANO' Giuseppe - ELIA Angela - SEVA Antonio – MARCIANO’ Vincenzo cl.48
[...omissis...]
TESTO IN FORMA RIASSUNTIVA:
9.48.40
MARCIANO’ G
. dice che questo ragazzo dell'agenzia lo ha ringraziato e gli ha detto che la prossima volta si sarebbero preparati molto prima, almeno due anni prima. MARCIANO’ G. dice di avergli risposto che quelli sono i discorsi che si devono fare, e che proprio ARMANDO prima di candidarsi ha lavorato per ben 5 anni tanto da evidenziare le sua qualità al punto che lui l'avrebbe raccomandato SCAJOLA.
9.49 MARCIANO’ G. ricorda il primo incontro tra BIASI e SCAJOLA avvenuto grazie al suo intervento a Sanremo.
TESTO IN FORMA INTEGRALE:
MARCIANO’ G.:
...omissis... e ti posso dire una cosa, ha conosciuto SCAJOLA da me a Sanremo, m'aveva detto che voleva parlare con SCAJOLA e gli ho preso l'appuntamento, è venuto lì e ha parlato con SCAJOLA. C'ho detto che è un ragazzo d'oro infatti si sta comportando come un ragazzo d'oro! Con tutti! Capisci cosa ti voglio dire!
[...omissis...]

[vedi qui il testo integrale in formato .pdf]

Alla luce di questi semplici fatti, e senza entrare nel merito delle scelte compiute nell'ambito del Comune durante le Amministrazioni con il BIASI, non è questione di "rilevanza" penale o "irrilevanza" penale, ma di decenza o indecenza. Tali rapporti con i MARCIANO' erano (e sono) indecenti. Inacettabili. Punto. Questa è la questione. Questo è ciò che valuta la comunità, una valutazione estranea alle vicende giudiziarie, indipendente dall'inchiesta e gli esiti processuali.
BIASI continuando a ripetere (dopo che con le sue dimissioni ha impedito l'insediamento di una Commissione d'Accesso che potesse compiere una attenta e profonda inchiesta amministrativa sulla gestione del Comune di Vallecrosia) che non c'è stato il "rinvio a giudizio" per lui e quindi tutto sarebbe "risolto", dimostra che non ha compreso la questione. E questo è un pessimo segno, perché, a questo punto, o fa finta di non capire la questione (e il suo operato si caratarizza per una profonda disonestà intellettuale), oppure non fa finta e proprio non ci arriva... ed allora è meglio che non i occupi più di cosa pubblica perché se uno non capisce fa danni!

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger