"Sei come una maialina" disse il preside, teologo, referente di Libera Treviso

Scritto da i banditi

[AGGIORNAMENTO IN CODA]
La Procura della Repubblica porta a giudizio, davanti al Tribunale di Treviso, il Preside (Dirigente Scolastico, per essere precisi) dell'Istituto Superiore Palladio di Treviso per molestie sessuali aggravate.

"Sei come una maialina" ma anche "che bel sedere" , tanto per citare un frammento della prosa promossa dal Preside - anche con sms e messaggi facebook (quindi scritti e inconfutabili) - verso una docente dell'Istituto da lui diretto, perché questa professoressa di materie letterarie cedesse ad assecondare i suoi desideri… Poi, visto che davanti all'incalzare delle molestie da parte del suo superiore, la docente non cedeva, allora ecco che arriva la punizione: progressivo azzerarsi degli incarichi extra-insegnamento che la docente svolgeva. Incarichi che venivano meno per volontà diretta del Preside molestatore rimasto a bocca asciutta...

Se i fatti denunciati dalla vittima e contestati dalla Procura risalgono al 2012/2013, il pubblico dibattimento davanti al Tribunale è dei giorni nostri ed ha visto una sorta di "silenzio stampa" sul nome dell'imputato (qualcuno dice per tutelare la privacy, ma il perché per lui prevalga la privacy mentre per gli altri imputati no, resta un mistero) . Si è letto che si trattava di "preside di un noto istituto della città (oltre che presidente della sezione trevigiana di una famosa associazione socio-culturale)". Eppure, come ovvio, il nome dell'imputato è stato fatto, è noto. E' pubblico, così come l'accusa per cui è a giudizio. Si tratta di Franco De Vincenzis. Nato nel 1966 è Laureato in Filosofia Teoretica con Licenza ecclesiastica in Teologia ecumenica e come recita il suo curriculum: Coordinatore Provinciale di "LIBERA - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie", prima a Matera e poi a Treviso, ma anche già Vicepresidente dell'Azione Cattolica nei primi anni Novanta a Matera.

Il fatto che sia Referente Provinciale di LIBERA, il De Vincenzis, non è certamente una millanteria, infatti non solo è stato il promotore dell'apertura della sede a Treviso, ma anche partecipe di diverse iniziative di LIBERA anche con Avviso Pubblico, oltre che chiaramente indicato sul sito nazionale di LIBERA

Il ruolo pubblico del De Vincenzis, quindi, sia per l'incarico di Dirigente Scolastico di un Istituto Superiore, sia per l'incarico provinciale avuto da LIBERA, nonché per le attività con AVVISO PUBBLICO (Associazioni di Enti Locali), è indiscutibile, e poco si coniuga con esigenze di "privacy"... ed allora ecco che se altri non lo fanno, la notizia, con nomi e cognomi, la diamo noi. 

 



AGGIORNAMENTO - ore 18:00 del 23.12.2014

Non sono passate nemmeno 24 ore dalla pubblicazione di questa notizia e che succede?

Nessuna richiesta di replica è giunta. Così come non è giunta nessuna richiesta di precisazione.

Dal sito internet di LIBERA dopo la pubblicazione di questo articolo è svanito il nominativo di Franco De Vincenzis quale Referente Provinciale di Treviso. Ecco le schermate:

> la schermata del sito di LIBERA sino a questa mattina:


> la schermata del sito di LIBERA sino a questo pomeriggio:

Nella sezione "comunicati" ed in quella sulla regione Veneto non è presente alcuna indicazione sul perché è stato cancellato il nominativo del Referente. Non si comprende se sia una cancellazione occasionale, un auto-sospensione, una sospensione, per dimissioni o per rimozione. Una spiegazione non sarebbe stata inappropriata, anzi...



FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger