Gli ambulanti, le strisce blu che svaniscono... Ma quanto conta il Fiumanò?

Scritto da Ufficio di Presidenza

Oggi ci occupiamo di un piccolo dettaglio. Quando avremo risistemato il sito torneremo con le inchieste più corpose. Ma anche nei dettagli, nelle piccole cose si scoprono questioni che proprio “bazzecole” non sono.

A Genova ci sono principalmente due soggetti che si occupano di gestire un'ampia rete di commercio ambulante...

Emanuele BARRESEUno di questi è BARRESE Emanuele, da Palermo; la sua presenza maggiore è nei mercati e nelle zone dove sono fortemente radicati i gelesi e i riesini, quindi la Valpolcevera (principalmente Rivarolo-Certosa, ma pure a Bolzaneto), ma anche la zona di San Fruttuoso (Piazza Martinez). Il BARRESE nel marzo 2006, nel mezzo del mercato rionale di Certosa, quando il presidente della Casa della Legalità aveva affermato che lì era stata coperta la latitanza di quel verme che fu Daniele Emmanuello, gli si catapultò davanti pronunciando frasi quali: “ti cavo gli occhi” e “ti taglio le canne della gola”.
Un altro è invece il calabrese Vincenzo FIUMANO'. Questi è uno dei boss storici del centro storico genovese, insieme a Rosario CACI (già beccato!), la famiglia CANFAROTTA (già beccata!), la famiglia ZAPPONE (già beccata!), gli ALESSI (già in parte beccati) ed ai vecchi ed in buona parte ormai defunti RAMPINO, partiti magnaccia e finiti al vertice della 'ndrangheta tra Liguria, basso Piemonte e sud-est della Lombardia...


Vincenzo FIUMANO' nel Centro StoricoIl FIUMANO', oltre a “seguire” le “ragazze” nella zona dei Macelli di Soziglia (dove a fargli da 'ufficietto' c'è il bar che fa angolo con Vico della Rosa), con la sua famigliola, si è da tempo dedicato al settore del commercio ambulante. Hanno quelle catapecchie di Piazza Caricamento, gestite nella pratica da sudamericani, e vari banchi “mobili” su furgoncini ed api. Li si ritrova in mezza Genova... spesso, anzi quasi sempre, a vendere in soste irregolari. Quasi sempre sotto gli occhi degli agenti della Polizia Municipale che non osano disturbarli. Li si ritrova quasi tutti i giorni a Brignole, nella piazzetta parcheggio all'uscita del tunnel pedonale di Borgo degli Incrociati... In via Tortosa a Marassi o in Piazza Martinez a San Fruttuoso, ad esempio. Il fisco qualcuno di loro lo ha beccato, ma loro resistono e persistono. Ma vi è di più...

Se, come qualcuno ci ha segnalato, il vecchio Vincenzo FIUMANO' incassava (probabilmente incassa ancora, forse) un bell'assegno di sostegno da parte del Comune di Genova, l'aiuto pratico che la macchina comunale dà alle attività del FIUMANO' e famiglia vanno ben oltre. Davanti a questi sembra del tutto evidente che loro contano molto, mentre i cittadini ed i loro comitati non contano affatto. Vediamo...

Avete presente le “strisce blu”? Si sta parlando di quei parcheggi a pagamento che il Comune di Genova ha piazzato ovunque per fare cassa. Qui proteste, petizioni, manifestazioni degli abitanti (e spesso commercianti) non hanno potuto nulla. Cadute inascoltate. Anche le sentenze del Tar, che dichiaravano non legittimi i provvedimenti con cui si allestivano nuovi parcheggi a pagamento, hanno ricevuto un secco due di picche dall'Amministrazione comunale, che è andata avanti per la sua strada ed ha impugnato il provvedimento davanti al Consiglio di Stato. Ma per i FIUMANO' le “strisce blu” il Comune di Genova le cancella... E sarebbe anche curioso vedere se prima che fossero cancellate, gli operatori della “Genova Parcheggi” avevano emesso le sanzioni per le soste irregolari (che ai comuni mortali vengono puntualmente emesse anche per soli 5 minuti di ritardo) e se poi, le eventuali sanzioni siano mai state fatte pagare od invece siano passate in “cavalleria”.

Qui di seguito alcune foto, così che non si dica che ciò scriviamo non è documentato...

10 ottobre 2011 - Genova parcheggio di Brignole, Vincenzo Fiumanò in persona al bancoVincenzo FIUMANO' - 10.10.2012
direttamente lui al banco vendite nel parcheggio di Genova Brignole
sulle "striscie blu"


il furgoncino di vendite parcheggiato sulle "strisce blu"
05.01.2012 - parcheggio di Genova Brignole
il furgoncino di vendite parcheggiato sulle "strisce blu"

il furgoncino di vendite parcheggiato sulle "strisce blu"
05.01.2012 - parcheggio di Genova Brignole
il furgoncino di vendite parcheggiato sulle "strisce blu"

il furgoncino di vendite parcheggiato sulle strisce blu
01.03.2012 - parcheggio di Genova Brignole
il furgoncino di vendite parcheggiato sulle "strisce blu"

il furgoncino di vendite parcheggiato sulle strisce blu
01.03.2012 - parcheggio di Genova Brignole
il furgoncino di vendite parcheggiato sulle "strisce blu"

le strisce blu spariscono dove si parcheggia il solito furgoncino...
07.06.2012 - parcheggio di Genova Brignole
le "strisce blu" sono svanite dove si parcheggia il solito furgoncino

le "strisce blu" sono svanite dove si parcheggia il solito furgoncino
07.06.2012 - parcheggio di Genova Brignole
le "strisce blu" sono svanite dove si parcheggia il solito furgoncino


le "strisce blu" sono svanite dove si parcheggia il solito furgoncino
07.06.2012 - parcheggio di Genova Brignole
le "strisce blu" sono svanite dove si parcheggia il solito furgoncino


Fiumanò in via Torosa, l'ape sulle strisce ed i vigili tranquilli
27.11.2011 - Corso De Stefanis angolo via Tostosa
sul lato verso il Bisagno il solito banchetto di vendita ambulante,
dove spesso si ritrova il FIUMANO'... qui la sua ape, in divieto,
e lui che torna tranquillo, mentre i vigili (due) non sanzionano nulla


27.11.2011 - Corso De Stefanis angolo via Tostosa
sul lato verso il Bisagno il solito banchetto di vendita ambulante,
dove spesso si ritrova il FIUMANO'... qui la sua ape, in divieto,
e lui che torna tranquillo, mentre i vigili (due) non sanzionano nulla

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger