Dopo "Il Partito del Cemento" si dimette il Vice Sindaco di Celle Ligure

Scritto da Ufficio di Presidenza

Ebbene sì, Manzi si è dimesso perchè lui è "cattolico", mica bazzecole! Peccato che...

dal sito UominiLiberi
AMMINISTRATORI DALLA SCARSA UMANITA'. NON E'  VERO MANZI ?


HA DETTO
...non è stata la mancata candidatura a farmi prendere questa decisione, quanto piuttosto il venir meno del rispetto dei rapporti umani e della parola data...proseguirò con il mio impegno politico ispirandomi sempre ai principi della tradizione cattolica e quelli nati con la Resistenza. (dal SECOLOXIX)

HA FATTO
...ha consigliato a sua sorella di rivolgersi all'assessore all'urbanistica Pastorino perché intercedesse con la ditta costruttrice per avere il permesso di vendere box in nero (sono questi i principi cattolici ?) di un edificio autorizzato e poi sanato dal Comune.

(dal libro IL PARTITO DEL CEMENTO
Dopo le dichiarazioni della donna:
"Mio fratello mi disse di rivolgermi all'assessore  all' Urbanistica Pastorino perché intercedesse con la ditta costruttrice"... non è successo assolutamente nulla: Remo Zunino è ancora Sindaco di Celle (con delega all'urbanistica) così come Michele Manzi è (ndr. era, sino ad oggi) vicesindaco e Giovanni Pastorino è (ndr, ancora) assessore all'ambiente


Scolastico, Procuratore di Savona A seguito della nostra conferenza stampa, il 9 agosto 2007, e delle denunce depositate alla Procura di Savona (su cui ancora siamo in attesa di sapere qualcosa, come abbiamo ricordato il 16 luglio scorso al Procuratore Scolastico), il Sindaco di Celle Ligure, Remo Zunino, si è prodigato nello strenuo tentativo di convincere che su appalto Co.For per il Pennello Buffou e Rilevato Ferroviario con la LCI, era tutto a posto!

La prima volta è stata una seduta pubblica di Consiglio (alla riunione di confronto con il Comune che chiedemmo si presentarono solo i Capigruppo!). Era il 9 agosto 2007. Con il Sindaco Zunino intervenne anche il Consigliere Nicolò Pescio che affermava: "...E' giunto il momento... Almeno, dal mio punto di vista, sono al limite. Quindi, non sopporto altre cose. Mi potete dare del mafioso, di tutto, del delinquente, del cattivo Amministratore... Così, perché politicamente si dicono un sacco di.. Però adesso la misura è colma, quindi queste persone non possono essere degne di scrivere... Se si firmano vanno bastonate. Lasciamo perdere quelli che non hanno il coraggio di firmarsi, ma quelli che si firmano, mi dispiace". Noi eravamo lì davanti di fronte e siamo rimasti esterrefatti per così tanto "affetto".

Remo Zunino, Sindaco di Celle LigureIn quella seduta, oltre al buon Zunino (che tra l'altro annunciava che lui è disoccupato, ovvero in mobilità) ed al Pescio che voleva passare alle bastonate, è intervenuto anche il vice sindaco Michele Manzi. Non poteva far mancare il suo supporto, d'altronde non lo aveva negato alla sua sorella per avere i box del Rilevanto in vendita attraverso l'intervento del Assessore Giovanni Pastorino, non può mica negarlo ora alla Giunta ed al suo "specchiato" operato.

Michele Manzi, Vice Sindaco di Celle... anzi exIn quella seduta il Manzi disse: "Però io volevo dire solo una cosa.. Io parto con due massime, una è: male non fare, paura non avere. E l'altra è una storia della Commedia Callasca, del decimo Canto, l'undicesima strofa recita ‘Se a ti o te piaxe o vento de bolinn-a e a leva che a te franze i sce o mascon, quando a segge coscì, perdignolinn-a! Ti te ne batti e coggie da prexon, di conseggi pridenti e timorae, ti dì, de fronte a tutti a teu opinion".. A me sembra che in effetti.. Prima avete citato il manifesto, ma io direi che su tutto si parla un po' troppo, le informazioni da parte di chi le attinge non vengono date volutamente, o quanto meno non vengono verificate nel modo vero. Io mi trovo spesso su dei Siti internet, oggi mi trovo di nuovo chiamato in causa. Si parla di agenzie immobiliari, e non ho nessuna agenzia immobiliare anche se la mia famiglia da anni detiene, dal 1896 (?)... Ma questo non è vero, non è vero quello che si riporta su.. Intanto si parla di "Immobiliare Elisa". Ma immobiliare è una cosa, una agenzia di intermediazione immobiliare è un'altra. Quindi c'è una incongruenza.. Cose già passibili di denuncia. Perché, verificate alla Camera.. fate una Camerale e capite cos'è il significato di "immobiliare", accostata all'Immobiliare Pesce e di "agenzia di intermediazione immobiliare". Poi la verità, se queste fonti vengono riferite, non vengono volutamente verificate da chi scrive, non sono veritiere. Perché noi tutti sappiamo chi ha acquistato i garage, a chi Pesce aveva affidato la vendita dei garage, era un'agenzia non del Comune di Celle, era un'agenzia di Cogoleto. Lo sanno qui dentro chi ha comperato i garage, che a sua volta si è appoggiato a un'altra agenzia immobiliare che non era l'agenzia della sorella del Vice Sindaco di Celle. Questa è la verità. E devo capire se qualcuno possa dire diversamente. E poi continua questa cosa, continua sui giornali, continua sui Siti Internet, da tutte le parti. Se effettivamente vogliono colpire un qualcosa di nuovo, diamo degli elementi veri, ma non sparate tanto per.. Il sottoscritto non ha mai.. Io mi ricordo che quando avevo capito, e che non mi sembrava giusto, che una impresa che costruiva questi tanti garage avesse conferito addirittura a delle persone, ad altre agenzie, questo affidamento, avevo detto che "secondo me deve esser data a tutte le agenzie di Celle". Che solo dei rimasugli, di quello che era rimasto, venne data la possibilità a tutte le agenzie di vendere questi garage, tenendo presente dell'esclusività che ha sempre mantenuto fino alle fine colui che aveva l'esclusiva, l'esclusività, come agenzia di vendere..."

A queste rispondemmo a stretto giro...

Ma lor signori hanno pensato bene di darci delle risposte, addirittura, con una seduta del Consiglio Comunale appositamente dedicata. Peccato che: non siamo stati invitati alla stessa e che noi avevamo chiesto - come anche molti cittadini e associazioni di Celle - una assemblea pubblica dove, anche noi, come tutti i cittadini, avremmo potuto produrre documenti e confutare le arrampicate sugli specchi della Amministrazione Comunale di Celle e non una seduta pubblica di Consiglio dove possono parlare solo loro e non possono essere quindi smentiti.

Comunque sia, il 18 settembre 2007, il Vice Sindaco Michele Manzi, supportava il Sindaco nel dire che tutto andava bene e che tutto è stato fatto bene, con questo intervento:
"Noi abbiamo avuto, abbiamo fatto, e dobbiamo essere orgogliosi di questo perché ne sono orgogliosi i Cellesi, abbiamo fatto in modo che la gente di Celle che non può spendere i soldi per andare ai bagni abbia una spiaggia libera da poter usufruire [??? ndr]. Questo è stato un successo [comprensivo di cromo! nrd] che ci è stato riconosciuto da tutta la popolazione. Ecco l'intervento giusto che questa Amministrazione ha fatto, grazie anche al contributo del Governo del Centro Destra della Regione Liguria [eccoli! ndr]. Lo dico perché i soldi ce li hanno dati... Se mi lasciate finire.. Io dico che per quel molo che abbiamo fatto, e succede solo a Celle, questi fenomeni di litigiosità che portano poi fuori la gente dalla politica, abbiamo avuto decine di denunce... E continuiamo, a mio parere, per una trasversalità politica, che non è presente in questo Consiglio, che qualcuno dall'esterno sta alimentando. Attenti a quello che dico, perché io le parole quando le dico le peso volutamente. Ma qui c'è una trasversalità politica. Arriva uno da Genova che chiama Christian Abbondanza, che si mette a parlare dei box, di collegamenti miei tra agenzia, di mia sorella.. Tutto.. Io vorrei dire: ma chi è questo qui? Dove lavora? E io dovrei fare un'assemblea pubblica per chiarire la mia posizione su questa? Una. Tutti i giorni noi siamo su questi blog, o come si chiamano.. Non so, io non voglio... Ho Internet, ma non lo guardo per quelle cose lì.. Però ci siamo ripetutamente. Sono anche stanco, abbiate un po' di pazienza! Tutti i giorni tra.. Mia sorella ha venduto 11 box [ma come? secondo l'intervento di agosto non aveva fatto nulla ed ora spuntano 11 box? Mah, ndr]. Qui ci sono altre persone.. No, scusa.. Io non scrivo né lettere anonime, non scrivo in maniera anonima su questi Siti... Altri ci scrivono, altri ci scrivono.. Perché gente di Celle continua ad alimentare volutamente questa cosa. Però, e ritorno a ribadire.. e cerco di calmarmi perchè a questo punto non vorrei scoppiare! Il discorso.. Ma dico "di trasversalità politica".. Parlo di trasversalità politica per una campagna elettorale che stanno portando avanti... un fenomeno strano, perché siamo coinvolti tutti, non pensiate di esserne estranei, nessuno, né Maggioranza né Minoranza. Siamo tutti oggetto di una strumentalizzazione. Chi vuol capire, capisca, anche se sono andato fuori. Il discorso lo abbiamo visto. Arriva uno da Genova che dice di essere un Rappresentante di una nobile associazione "libertà" e.. "cultura e legalità". Non sappiamo che lavoro fa, non sappiamo...
Però tra questo, tra questa Casa qui, da questa associazione qui, tra molte persone di.. (?) facile a Celle, scrivono ovunque e dovunque. Scrivono di rapporti, come ha detto giustamente il Sindaco prima, per quanto riguarda questo fantomatico problema del pennello e del collegamento della ‘ndrangheta e questa ditta che ha costruito il pennello a Celle. Scrivono su altre cose. Alcuni, però, che hanno gli stessi requisiti o quanto meno hanno o potrebbero avere le stesse patetiche accuse non vengono toccati...
Franco Zunino, ex funzionario del Comune di Celle, ora Assessore all'Ambiente della Regione Liguria
Bisogna ancora aggiungere una cosa: che questi lavori qui [Pennello Buffou - appalto Co.For, ndr] sono stati eseguiti in due mesi, in due mesi con sette mareggiate di libeccio. E se abbiamo portato a termine questo lavoro dobbiamo dire solo grazie ai nostri Funzionari [Franco Zunino, allora responsabile dell'appalto ed ora Assessore regionale all'ambiente della Giunta Burlando, ndr] e all'impegno che hanno messo, della cui onestà nessuno può permettersi, lo dico come Vice Sindaco, di menzionarli in nessun documento, perché meritano la fiducia non solo dell'Amministrazione ma della popolazione tutta. E se io a volte vado in escandescenza è dovuto proprio a questo. Non permetto che nessuno possa toccare gente della cui integrità morale tutto il paese ne è conscio. [Remo Zunino e Franco Zunino saranno poi condannati per una discarica di rifiuti pericolosi, ma loro erano contenti perchè in parallelo stati assolti per una discarica di rifiuti normali, sic!, clicca qui - ndr]. In conclusione della seduta esclamò con il consenso del Sindaco: "E' anche vero che uno che se ne parte da Genova per venire a contarci i millimetri sul tipo di sabbia che abbiamo messo. Se non ci fosse una trasversalità come dicevo prima sarebbe veramente preoccupante, abbiate pazienza. Anche perché per chi fa politica queste cose qui hanno dei costi, nel mio caso hanno avuto dei costi. Io che non ho un garage e che ho due macchine che vengono posteggiate, e i Vigili lo sanno, in Via Cassinelli, proprio nei giorni di quel famoso volantino, mi sono trovato i volantini appesi sulla macchina mia, rigata, con due righe, e quella di mio figlio con lo stesso, rigata con due righe. Eh, Signori! Queste sono.. Quando dico che c'è un clima di esasperazione, insomma.. Facciamo attenzione a moderare i termini un po' tutti."

Dopo queste cosiddette risposte la Giunta di Celle Ligure ha pensato di andare avanti sulla stessa strada. E' arrivata a dare incarico, per sanare gli abusi del Rilevato ferroviario (che come Giunta ha difeso strenuamente ma su cui le Autorità preposte non hanno lasciato correre... segno evidente di complotto, sic!) alla stessa ditta di Pietro Pesce responsabile del Rilevato per costruire una struttura pubblica, su un area pubblica, appositamente acquisita dal Comune, in contrasto con le norme del Piano Urbanistico Comunale. Ma c'è di più, infatti questo opera prevede di passare da 600 metri cubi edificati a 6.000 metri cubi edificati, con un progetto non del Comune, bensì presentato come progetto privato del Pesce, passando quindi in Commissione edilizia eludendo quindi la discussione ed approvazione pubblica. Straordinari. (per approfondire la questione clicca qui)

Poi è uscito il libro-inchiesta "Il Partito del Cemento" ed il Vice Sindaco Manzi si è dimesso. Ma non era tutto a posto? Chissà gli altri cosa faranno, o meglio chissà quando decideranno di dare il via alle danze per presentarsi con altri volti e continuare a governare così, facendo credere ai cittadini che i "nuovi" volti siano in "discontinuità" con questi esemplari esembi di "buona amministrazione". Aspettiamo.

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger