La "politica" vuole oscurare il V2 DAY, e qualche meetup gli da una mano

Scritto da Ufficio di Presidenza

Che l'oligarchia politica (vecchi personaggi e nuove entrate) non sopporti la democrazia diretta, la partecipazione vera (e non pilotata), è assodato ed ogni giorno arrivano conferme sempre più inequivocabili, ma a volte anche sorprendenti...


A Genova si è iniziato a lavorare per il V2 DAY "libera Informazione in libero Stato" dal novembre scorso, con il Meetup Amici di Beppe Grillo - Il Grillo di Genova (Genova 2 e Genova 3). Si era pensato inizialmente a Piazza Matteotti, a seguito delle celebrazioni ufficiali della Liberazione. Questo anche considerando il legame stretto tra la battaglia per "libera Informazione in libero Stato" e quel movimento popolare che diede vita alla Resistenza e che, proprio a Genova, portò alla resa delle truppe di occupazione tedesche il 24 aprile alle forze del Comitato di Liberazione Nazionale guidato qui dall'operai Remo Scappini. Ma si sa: il 25 aprile della politica si è, via via, trasformato negli anni in retorica dettata dalle esigenze politiche di questa o quella parte, vedendo quindi come "incompatibile" ogni iniziativa che invece vuole concretamente portare a compimento quei principi e valori comuni della Liberazione.

Nel frattempo
"Il Grillo di Genova" ha proposto più volte di lavorare insieme, nonostante le differenze profonde, con il Meetup Genova 1. La risposta è sempre stata di chiusura totale, nemmeno sulle questioni "forzatamente" comuni come ad esempio il V-Day su cui tutti si è concordi. Purtroppo le ragioni di "partito" di molteplici dirigenti ed eletti dell'IdV nel meetup Genova 1 hanno prevalso e la chiusura si è mostrata insormontabile.

Il "Grillo di Genova" ha trovato la nostra collaborazione piena perché la Casa della Legalità, come si è sempre detto e dimostrato, non si schiera (e non vuole "farsi" schierare) con quello o questo partito e soprattutto non intende rapportarsi con quanti da "controllati" (politici, eletti e amministratori pubblici) si sovrappongono ai "controllori", divenendo essi stessi "controllori" di stessi.
Il "Grillo di Genova" non è l'unico Meetup con cui la Casa della Legalità collabora. Infatti vi è sintonia e volontà di azioni comuni con i Meetup di La Spezia, con quelli di Milano, Bologna, Roma,...

Non solo. Il percorso verso il V-Day è stato caratterizzato da molteplici iniziative comuni tra Casa della Legalità e Meetup. Si sono realizzate diversi incontri con, ad esempio, Pino Masciari, Salvatore Borsellino, Benny Calasanzio Borsellino a Genova, La Spezia e Bologna. Si sono promossi incontri con diversi Giornalisti che fanno correttamente e coraggiosamente il loro lavoro come gli autori del libro "Capitalismo di Rapina", Vittorio Malaguti e Mario Gerevini, oltre che incontri con Marco Preve e Ferruccio Sansa, con Lirio Abbate, Peter Gomez, Marco Travaglio ed Elio Veltri. Si è realizzata la mobilitazione nazionale del 2 marzo per la Legalità, tema strettamente collegato a quello della corretta informazione.
Iniziative e percorsi comuni con molti meetup, oltre a "Il Grillo di Genova", sempre disertati e ignorati da quel Meetup Genova 1 i cui principali "animatori" - del "gruppo storico" - erano impegnati per l'ennesima campagna elettorale della loro candidata (già Consigliere Comunale e contemporaneamente Assessore Provinciale) alla Camera nell'IdV di Di Pietro (con un programma tipicamente "grillino" a sostegno degli Inceneritori, delle grandi opere, della TAV, della negazione di una Commissione d'inchiesta sui fatti del G8 di Genova) e nell'azione parallela di "demolizione" della proposta di Beppe Grillo delle Liste Civiche.

Nel frattempo il Sindaco di Genova, Marta Vincenzi, ha deciso di proporre al Capo dello Stato di venire a Genova il 25 aprile per conferirgli la "cittadinanza onoraria". Quindi il tutto era da ridefinire. Dal Comune (Comando Polizia Municipale) nessuna risposta. Dalla Questura invece, a seguito della definizione della visita a Genova del Presidente della Repubblica, ci hanno contatti per definire una sede alternativa a quella iniziale di Piazza Matteotti.

Con la Questura si è definito quale sito della manifestazione Piazza della Vittoria. A seguito delle verifiche effettuate dagli uffici della Polizia di Stato sul percorso del corteo storico della Resistenza e del corteo di auto del Presidente della Repubblica, si è definito che la manifestazione del V2 DAY a Genova si svolge presso i giardini dell'Arco di trionfo, con tutti gli accorgimenti tecnici per garantire il transito senza disturbi lungo Viale Cadorna dei cortei. Quindi la manifestazione è stata regolarmente autorizzata dalla Questura di Genova in quanto non crea nessun problema di ordine pubblico e di sicurezza, in data 12 aprile 2008.

A seguito di questo si è provveduto a comunicare quanto concordato e autorizzato dalla Questura e richiedere le autorizzazioni amministrative per occupazione suolo e inquinamento acustico al Comune di Genova. In parallelo è stata richiesta anche l'autorizzazione, già vistata e timbrata, per il servizio ristoro. Non potendo procedere per l'autorizzazione della Commissione di Vigilanza necessaria nel caso in cui si realizzino palchi, essendo necessari 60 giorni di preavviso con deposito della documentazione tecnica, si è optato per l'uso di mezzi mobili, ovvero un impianto audio e video, con relativi cavi e generatori, su un camion. Tutto a posto, tutto tranquillo... Le mobilitazioni si organizzano sempre rispettando le regole e le normative; è questa la nostra ferma convizione (come peraltro abbiamo fatto anche per il V Day dell'8 settembre 2007 a Genova)!

Noi, insieme al Meetup "Il Grillo di Genova", lanciamo il V2 DAY a Genova in Piazza della Vittoria. Il meetup Genova 1 aveva promosso solo i banchetti per le firme e nessuna manifestazione. Poi è accaduto qualcosa di strano.

v2-day_genova.jpg Di colpo salta fuori una manifestazione per il V2 DAY in Piazzale Kennedy, con strane telefonate che comunicano che l'appuntamento di Piazza della Vittoria (ripreso anche dal blog di Beppe Grillo oltre che essere chiaramente da tempo degli appuntamenti del V2 DAY) è stato annullato e tutto si svolgerebbe in Piazza Kennedy. In parallelo viene presentata nella serata del 21 aprile la richiesta alla Questura di Genova per Piazzale Kennedy (a dimostrazione che prima quella manifestazione non era stata programmata). Il fatto è seguente alla conferenza stampa di presentazione del V2 DAY a Genova che si è tenuta il 19 aprile ed alla pubblicazione sul blog di Beppe Grillo del video del servizio del TG3 Liguria sulla mobilitazione di Piazza della Vittoria. Che strano!?!
[clicca sull'immagine per vedere il video]

  Ma c'è qualcosa ancora di più strano. Qualcuno ha tentato di far sì che il Comune con la Polizia Municipale negasse l'autorizzazione "amministrativa" all'occupazione suolo in Piazza della Vittoria. Questo è accaduto il 22 aprile, a tre giorni dal V2 DAY! La motivazione addotta era il passaggio del Presidente della Repubblica. Motivazione senza senso visto che il Questore, competente per le questioni di ordine pubblico e di sicurezza (ancora di più in occasione di una manifestazione con il Presidente Repubblica!) non ravvisava con i suoi uffici nulla in contrario allo svolgimento del V2 DAY in Piazza della Vittoria. Grazie all'interessamento del Responsabile Relazioni Istituzionali della Giunta Comunale, Stefano Francesca, e dell'Assessore alla Polizia Municipale, Francesco Scidone, la questione è stata risolta e tutte le autorizzazioni sono state confermate garantendo il regolare svolgimento del V2-DAY a Genova in Piazza della Vittoria.

clicca per ingrandire Forse chi faceva quelle telefonate ("annullato Piazza della Vittoria, tutto a Piazzale Kennedy") era certo che i bastoni tra le ruote avessero ormai bloccato la macchina. Ci spiace per loro, ma è andata diversamente, Piazza della Vittoria ci sarà e grazie a Beppe Grillo ieri sera si è riusciti ad annunciare che il V2-DAY in Piazza della Vittoria si sarebbe svolto regolarmente! [clicca sull'immagine per ingrandire]

Lo avevamo appena scritto, "Tra caimani e avvoltoi, c'è chi vuole ‘normalizzare' i Meetup"... ed ecco che i nodi vengono al pettine! Purtroppo con una tale confusione si rischia solo di disorientare le persone normali... ma questo, comunque, rientra negli obiettivi degli "avvoltoi": meglio pochi controllabili che un movimento aperto ed inclusivo in cui tutti possano confrontarsi, crescere, agire e costruire azioni di informazione e cambiamento. A noi questo dispiace molto, è l'ennesima "vittoria" dei politicanti (ops, degli "Idealisti senza Illusioni"), che d'altronde avevano già ottenuto il loro "risultato" dopo lo scorso V-Day facendo scappare quelle centinaia di persone che volevano contribuire alla attività del Meetup e sono poi scappate a gambe levate - dopo due riunioni - davanti ad un muro ed a spiegazioni modello: "il meetup è il gruppo storico dei fondatori e di quanti, questi, decisono di "coptare", tutti gli altri sono solo iscritti ad un forum on line. Le decisioni le prende in gruppo storico, dove ci sono sempre stati dirigenti dell'IdV che quindi restano senza problemi. Voi siete solo iscritti al forum e quindi non potete decidere niente.". [su questo c'erano molti post, diverse discussioni, tutte prontamente cancellate, ma a breve le pubblicheremo, visto che le abbiamo salvate!]

Ci si vede in Piazza della Vittoria... purtroppo qualcuno ha pensato bene di organizzare una manifestazione in tutta fretta per dividere ancora una volta un movimento che fa paura all'oligarchia politica. Nulla di nuovo, è la solita storia che si ripete e si presenta con nuovi volti... ma le maschere cadono, prima o poi.


PS (integrazione delle 16.00)

Tanto per rendere chiara la situazione riportiamo un sms che sta girando per Genova in questi minuti e che si spiega da solo:
"Il partito Italia dei Valori aderisce all'iniziativa referendaria di Beppe Grillo il 25 aprile. A Genova puoi partecip e firmare in p.zzale Kennedy dalle 17. Manuela Cappello"

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger