Bologna - Per Affittopoli, "il tempo passa la prescrizione avanza"

Scritto da Agenzia DIRE
Torna l'ombra di "Affittopoli" su Bologna. Questa volta per mano degli Amici di Beppe Grillo che rispolverano l'affaire che porto' alle dimissioni dell'assessore comunale alla Casa di allora Antonio Amorosi, il grande accusatore dei clientelismi. Promettono che domani sera proietteranno tutta la documentazione raccolta in un incontro a cui sono invitati il sindaco Sergio Cofferati, l'ex sindaco Giorgio Guazzaloca (entrambi non hanno ancora risposto), Amorosi e il presidente dell'Acer bolognese Enrico Rizzo (che invece ha gia' declinato l'invito). Ma chiederanno anche conto alla Procura di Bologna del procedere "lento" dell'indagine (a giugno 2009 i reati ipotizzati d'abuso d'ufficio andranno in prescrizione), con una richiesta di ispezione e verifica al Consiglio superiore della magistratura (Csm). Al tempo stesso denunciano un conflitto d'interesse del presidente Rizzo...
"Perche' la Procura non ha proceduto nel 2004? - chiede Christian Abbondanza, presidente della Casa della Legalita' durate una conferenza stampa - e alla Corte dei conti e' arrivata la denuncia nel 2008?". E ancora: "Perche' lasciare fermo tutto e poi allargare le braccia di fronte all'abuso d'ufficio che va in prescrizione dopo cinque anni?". Il Csm "deve provvedere - dice Abbondanza, che inviera' una richiesta ad hoc - e procedere a verifiche". In piazza Trento e Trieste "ci possono essere tanti problemi: quello dell'organico o un procuratore capo che bloccale inchieste, ma non spetta a noi giudicare". I tempi dellaprescrizione intanto vanno avanti. "A giugno dell'anno prossimo-fa notare Agnese Ferrero- va in prescrizione tutto".Comunque da domani sera, sara' "tutto pubblico - dice il presidente della Casa della legalita' - dalle lettere di consiglieri che indicano chi ha il diritto all'emergenza abitativa e chi no". Coivolti? "Tutti gli assessoridal 1986 ad oggi e tutti i consiglieri della commissione casafino a che non e' stata sciolta". Vent'anni, insomma. E,sottolinea Abbondanza, "se sono morti in 19 nei primi posti della graduatoria in due anni, in attesa della casa, figuriamoci intutto quel periodo". E non ha ancora pagato nessuno, afferma il Meet Up, c'e' una richiesta di archiviazione, ma l'inchiesta none' stata archiviata. Solo "un amministratore comunale e' stato condannato in primo grado ma poi il reato e' caduto in prescrizione". Per i 'grillini' dunque a Sotto le Due Torri si e'agito nell'illegalita' piu' totale (come diceva Amorosi). Apartire dal fatto, dice Abbondanza, che "la legge proibisce chesiano i politici a gestire le assegnazioni". La commissione casa di Palazzo d'Accursio, denunciata anche in video su youtube, e'composta dai consiglieri Valerio Monteventi, Niccolo' Rocco diTorrepadula, Sabrina Sabattini, Francesco Osti e Claudio Merighi. Nel filmato si leggono anche le firme in calce al documento:Franco Morelli e Stefano Noli, responsabile dell'ufficio casa.
FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger