Bologna, contestazione a Veltroni per gli impresentabili e le contiguità mafia-politica

Scritto da Ufficio di Presidenza
"Possiamo fare 2 domande???" E' lo striscione che ha "accolto" Veltroni dai Meetup Amici di Beppe Grillo, della Casa della Legalità di Bologna e di "Bologna Libera". Nonostante il comizio sia stato spostato al chiuso... i "cittadini pensanti" arrivano lo stesso!!!

Dopo i fatti di Genova anche Bologna non ci sta al teatrino della politica. Dopo Genova il PD ha dovuto fare retromarcia e candidare Beppe Lumia, che aveva escluso dalle liste con "assurde" motivazioni. Ma questa retromarcia non basta! La pulizia nelle liste non c'è stata! Non sono state cancellate le candidature di quanti sono contigui alle organizzazioni mafiose, come, ad esempio, Vladimiro Crisafulli amico dei boss di Cosa Nostra o di indagati dall'Antimafia, come Maria Grazia Laganà, per il suo ruolo di vice direttore sanitario e responsabile del personale della Asl di Locri infiltrata sino al midollo dalla ‘ndrangheta.

Se Berlusconi candida Dell'Utri e l'Udc porta al Senato Totò Cuffaro, il Pd conferma anch'esso candidature impresentabili. Ed è su questo che grava la domanda. Ma Veltroni non risponde!
Dopo lo striscione "inascoltato" i cittadini hanno urlano le loro domande a Veltroni, Agnese viene ignorata, Veltroni fa finta di nulla e si smarca, ma incappa in Giulia che gli ripete la domanda, Veltroni la stoppa e gli dice "Su Lumia abbiamo risolto, lo abbiamo candidato" (rendendo palese che senza la contestazione pubblica avrebbero tirato dritto nell'isolarlo). Ma Giulia non cede e gli ripete "Su Lumia ok, ma non avete tolto gli altri, gli impresentabili, come Crisafulli, Cocilovo, Cusumano, Laganà,...", qui Veltroni risponde alla Berlusconi (o alla Casini, se preferite): "Noi abbiamo un impegno garantista, non ci sono sentenze", l'esatto opposto di quello che diceva Paolo Borsellino! E' l'annullamento di ogni principio etico, anche considerando il fatto (non un opinione) che ci siano atti degli inquirenti inequivocabili che dimostrano l'accertata contiguità con la mafia di quei personaggi. Complimenti Veltroni!!!

A quel punto le "giovani sentinelle della legalità", che non accettano di essere sudditi e che non accettano le risposte "berlusconiane" (anche se pronunciate da Veltroni), perchè rifiutano il "puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguita' e quindi della complicita", distribuiscono i volantini "vergognatevi", da un lato si sottolinea: Lumia candidato, risultato raggiunto; e dall'altro si riporta la lista degli impresentabili candidati nel Pd, proprio come nelle liste di Berlusconi e Casini. Perché li distribuiscono? Per essere "garantisti" di un informazione corretta e non manipolata e per risvegliare le coscienze "normalizzate" dal teatrino dell'oligarchia politica.

Meno male che dicono che loro "ascoltano la gente" e tuonano di essere alternativi al Pdl di Berlusconi! Ed intanto continuano a tenere fuori dal Parlamento Nando Dalla Chiesa, reo di aver attuato un opposizione intransigente - praticamente da solo - al Governo Berlusconi ed alle leggi vergogna che hanno devastato la Giustizia in Italia.

Anche i ragazzi di Bologna, oggi, hanno dimostrato che il futuro non è ancora scritto!

PS
La "rete" esiste e si muove!
FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger